F1, in Brasile vince Verstappen. Pasticcio Ferrari, fuori Vettel e Leclerc che non risparmiano accuse

Max Verstappen ha vinto il Gran Premio del Brasile di Formula 1, penultima prova del mondiale. Terza la Mercedes del campione del mondo Lewis Hamilton dietro alla Toro Rosso di Pierre Gasly, seconda. L’inglese è stato poi retrocesso in settima posizione per un contatto con Albon.

È quindi stato Carlos Sainz, quarto al traguardo, a salire sul podio. Poi le Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi. Sesta piazza per la Renault di Daniel Ricciardo che ha preceduto la McLaren di Lando Norris e la Racing Point di Sergio Perez. Chiude la top ten la Toro Rosso di Daniil Kvyat.

Disastro Ferrari

Un vero e proprio pasticcio ha rovinato il weekend della Ferrari. A causa di un contatto nel finale di gara, Sebastian Vettel e Charles Lecler sono stati costretti al ritiro. Il pilota monegasco si è toccato con il suo compagno durante un controsorpasso per la quarta posizione, bucando la gomma anteriore destra. Danni anche alla posteriore destra di Vettel che, come l’altro ferrarista, si è dovuto fermare.

Leclerc: “Il rapporto con Seb non cambia”

“Una situazione da analizzare con tutto il team. Siamo tutti e due dispiaciuti. Per quanto riguarda la mia macchina, l’ho superato in curva 1. Sapevo che ci avrebbe riprovato in curva 4, ha provato ad andare all’interno e ci siamo toccati”. Così Charles Leclerc ha commentato l’incidente con il compagno di squadra Vettel. “Il rapporto non muta fra di noi, siamo tutti e due maturi per capire che queste cose accadono. Era il momento sbagliato, eravamo in lotta per il terzo posto. Sono dispiaciuto, ma sono sicuro che il rapporto con Seb rimarrà uguale”.

Vettel: “Non ho stretto, stavo andando dritto”

Stizzita la risposta del tedesco. “Credo sia un peccato per la squadra, avremmo meritato un risultato migliore. Eravamo in lotta, eravamo abbastanza aggressivi. Pensavo di essere già passato e non so perché ci siamo toccati. Questo ha compromesso la gara”, ha detto Sebastian Vettel. “Se l’ho stretto troppo? Io stavo andando diritto”, ha risposto infastidito.

Binotto: “Hanno danneggiato la Ferrari”

”Siamo delusi e dispiaciuti, i due piloti si devono rendere conto che hanno danneggiato l’intera squadra. Erano liberi di gareggiare tra di loro, però sono piccoli errori che si pagano come squadra e non va bene”. Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto. ha bacchettato entrambi i suoi piloti dopo il pasticcio in Brasile. ”Ognuno di loro – ha aggiunto per cercare di frenare le polemiche – ha una parte di colpa”.