Volley, la World Cup dell’Italia si chiude con una sconfitta contro il Brasile

Si chiude con una sconfitta senza discussioni la World Cup dell’Italvolley in Giappone. Gli azzurri sono stati battuti dal Brasile 3-0. A Hiroshima la squadra del ct Gianlorenzo Blengini si è arresa con il punteggio di 25-20, 25-22, 25-15. I sudamericani hanno giocato già con il titolo di campioni cucito addosso, avendo vinto il torneo con una gara d’anticipo (14 vittorie su 14). Per la formazione verdeoro si tratta della terza medaglia d’oro in questa manifestazione, dopo quelle conquistate nelle edizioni del 2003 e del 2007.

Solo cinque vittorie azzurre

Con cinque successi e 14 punti l’Italia chiude la competizione al settimo posto in classifica, dietro alla Russia, dopo aver alternato ottime prestazioni ad altre più deludenti con un gruppo ricco di giovani alle prime esperienze a livello internazionale. Esperienza che è mancata anche nella gara col Brasile.

Dopo i primi due set nei quali i sudamericani hanno saputo imporsi con decisione, nel terzo l’Italia è riuscita a rendersi protagonista di una buona reazione in avvio (10-5). Nel corso del parziale, però, gli azzurri non hanno saputo dare continuità al gioco, subendo di nuovo il ritorno degli avversari, che da quel momento hanno condotto fino al successo finale.

Per la gara conclusiva di questa World Cup, Blengini si è affidato al sestetto composto da Sbertoli in palleggio, Nelli opposto, Kooy e Lavia schiacciatori, Candellaro e Russo in mezzo e Pesaresi libero, prima di dare ampio spazio a buona parte del gruppo nel corso del match.