Al via la Coppa del Mondo del Giappone

istockphotos

Ultimo grande appuntamento internazionale di una stagione fittissima di impegni per le nazionali di pallavolo

L’ultimo grande appuntamento dell’anno per le nazionali di pallavolo femminile e maschile è iniziato. In Giappone – paese protagonista nel mondo dello sport internazionale, tra future Olimpiadi e Rugby World Cup – si disputa infatti la Coppa del Mondo di pallavolo. Evento che chiude la lunghissima stagione di tornei internazionali (qualificazioni alle Olimpiadi, Nations League, Europei) anche se con meno hype rispetto alle precedenti edizioni. Sì, perché questo torneo non prevede l’assegnazione dei pass iridati, e tra le squadre partecipanti sono assenti molti big del volley internazionale, reduci da un calendario estivo fittissimo.

14,99€
20,06
disponibile
2 nuovo da 14,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 21 Ottobre 2019 15:22

Come si svolge la Coppa del Mondo

Le nazionali chiamate a partecipare sono state selezionate sulla base del ranking, e si sfideranno con la consueta formula del round robin. Ovvero, tutte si incontreranno tra loro una volta, in modo da giocare 11 partite complessivamente).

La Coppa del Mondo femminile è iniziata il 14 settembre. Fino al 29 vedrà sfidarsi a Yokohama e Hamamatsu, in seconda fase a Sapporo e Toyama, e infine a Osaka. Assente l’Italia, il torneo si disputerà tra Giappone (Paese Ospitante), Serbia (Campione del Mondo), Cina, Corea del Sud, Camerun, Kenya, Russia, Olanda, Stati Uniti, Repubblica Dominicana, Brasile, Argentina. Al momento la classifica vede in testa gli Stati Uniti, seguiti dall’Olanda, Cina, Russia e Brasile. Ancora presto per fare pronostici, ma, salvo sorprese, sono proprio queste le squadre più attese in finale.

La Coppa del Mondo Maschile si giocherà invece dall’1 al 15 ottobre, tra Fukoka e Nagano, per poi terminare a Hiroshima. In questa competizione gli azzurri saranno invece presenti. Le squadre partecipanti sono Giappone (Paese Ospitante), Polonia (Campione del Mondo), Iran, Australia, Egitto, Tunisia, Italia, Russia, Stati Uniti, Canada, Brasile, Argentina.