Quanto sport dovrebbero praticare i bambini?

bambini e ragazzi
istockphotos

Il sistema sanitario nazionale britannico fornisce indicazioni precise su quantità e qualità dell’attività fisica che bambini e ragazzi dovrebbero praticare

Fare attività sportiva fin da piccoli fa bene, e permette uno sviluppo armonioso di muscoli, articolazioni, ossa. Irrobustisce il cuore e i polmoni. Insegna la coordinazione, migliora la flessibilità. Inoltre, aumenta l’autostima, la percezione del proprio corpo e dell’importanza della sua cura. Ma quanto sport dovrebbero fare bambini e ragazzi in età adolescenziale? NHS, l’istituto di sanità britannico, ha stilato un report dedicato ai giovani sportivi, dai 5 ai 18 anni.

Leggi anche: Quanto sport fare dopo i 65 anni

49,00€
99,00
disponibile
1 nuovo da 49,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 22 Agosto 2019 11:40

Quanto sport per bambini e ragazzi?

Innanzitutto, ogni settimana sarebbe necessario svolgere tre tipi di attività fisica: una aerobica, una mirata a rafforzare le ossa ed esercizi dedicati ai muscoli. Ovviamente esistono molti sport ‘completi’ che le combinano tutte e tre. L’ideale sarebbe dedicare ogni giorno almeno 60 minuti ad una serie di attività sia moderate che intense.

Le attività moderate aumentano la frequenza cardiaca e fanno sudare. Tra queste possiamo includere alcune pratiche semplici e quotidiane che richiedono poco sforzo, come l’andare a scuola a piedi, il giocare all’aperto o portare a spasso il cane. Anche muoversi con mezzi come la bicicletta, i pattini e lo skateboard va bene. Un modo per rendersi conto se l’attività può dirsi ‘moderata’ è se si è ancora in grado di parlare senza affanno, ma non di cantare.

Tre giorni a settimana i giovani dovrebbero impegnarsi in attività che includono ginnastica per fortificare muscoli e ossa, oppure in sport dove si salta e si corre (tennis, calcio, pallavolo). Altre attività considerate intense sono il ballo, il nuoto, la corsa, il rugby, le arti marziali e l’andare in bici veloci o su terreni in pendenza. Dagli studi scientifici arrivano buoni riscontri per poter dire che le attività intense portano maggiori benefici per la salute rispetto a quelle moderate. Una regola generale è che un minuto di attività intensa produce gli stessi benefici di due minuti di attività moderata, per intenderci. Non ci sono invece indicazioni precise su quanto debba essere lunga una sessione ‘intensa’ per questa fascia di età (le tempistiche possono anche cambiare in base allo sport eseguito). Questo tipo di attività fa respirare affannosamente e velocemente, e non si dovrebbe essere in grado di dire più di un paio di parole senza doversi fermare per riprendere fiato.