Esercizi braccia, come dire stop all’effetto bingo wing

Esercizi braccia
Istock

Una parte del corpo molto in vista d’estate che potrebbe essere interessata da cali di tono. Non è un dramma

Eccoci lì, colpite, soprattutto le donne, negli esercizi braccia. Quelli inerenti a una parte del corpo che tende a non essere propriamente soda. Parliamo delle braccia, in particolare della zona del tricipite. I muscoli dell’avambraccio tendono infatti a perdere facilmente tono. E, specialmente in estate, diventano veri e propri osservati speciali.

Complici infatti magliette e canottiere che lasciano scoperte le spalle, l’effetto tendina, in inglese bingo wing come l’onda che investe chi alza la mano con forza per segnalare una vincita al celebre gioco, è dietro l’angolo. In realtà è ovvio che ogni donna decide per sé e che gli standard di bellezza che vogliono braccia super toniche abbiano ormai stancato. Ma se invece siete a vostro agio con l’idea di avere delle braccia più sode, allora meglio pensare a come rassodarle.

24,30€
disponibile
3 nuovo da 23,98€
4 usato da 20,18€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 22 Agosto 2019 06:53

Esercizi braccia: dire stop all’effetto tendina e senza chirurgia

La bella notizia è che tutto sommato si tratta di una zona facile da tonificare. Non serve nemmeno andare in palestra. Basta una routine ben studiata per occuparsi di quelle zone in maniera efficace. Infatti se volete pensare ad un allenamento ad hoc vi serviranno ‘appena’ due bottiglie d’acqua. In alternativa potete usufruire dei classici pesetti da 1 o 2 chili.

Bastano sessioni da 15 minuti al giorno per vedere i risultati. A questo punto potete eseguire una serie di esercizi in piedi. Il primo potrebbe essere il french press, ossia la rotazione del peso in maniera orizzontale rispetto al corpo ed eseguito con i gomiti in alto. Vanno anche molto di moda i dip, per i quali avete bisogno di appoggiare le mani su una sedia, e di eseguire comodi piegamenti sulle braccia con il bacino che guarda verso l’alto e le gambe piegate in avanti. Poi c’è il più classico esercizio curl.

In piedi, gambe divaricate e leggermente piegate, braccia tese, con in mano i pesi, flettete le braccia mantenendo i gomiti fermi e distendeteli di nuovo.

Provate questo tipo di workout per un mese e quando vi sarete assuefatti e non proverete più una sensazione di fatica, potrete passare al livello successivo. Facile no?